Gratis! Come rubare clienti alla concorrenza




Condividi questo post: 

Rubare clientiNel giorno del Black Friday 2017, non voglio farti semplicemente uno sconto, bensì un vero e proprio regalo; un metodo semplice e intuitivo, alla portata di tutti, per rubare clienti alla concorrenza e farlo proprio nel momento migliore. Che tu sia una azienda, un libero professionista, un networker, un venditore, un rappresentante… non ha importanza, così come non è importante il settore merceologico nel quale lavori. Con i dovuti “aggiustamenti”, questo metodo è valido per tutti.

Prima di iniziare, però, una doverosa premessa; tutto quanto leggerai in seguito, è completamente inutile se prima non ti sei dotato di alcuni strumenti fondamentali per fare content marketing, ovvero almeno un sito web istituzionale/personale, un blog, account su tutti i principali social network e, ovviamente, li hai riempiti di contenuti interessanti. Se non hai fatto tutto questo, potrai presto rimediare; è infatti in uscita per i primi giorni del 2018 un mio libro (sì, libro, di vera carta!) che finalmente mi sono deciso a scrivere e a terminare viste le tante richieste e che ti spiegherà tutto, passo dopo passo, in qualcosa come 250 pagine fitte fitte di consigli, strategie, tool da utilizzare eccetera. Vuoi prenotarlo fin da ora? Scrivimi adesso!

Ora, facendo finta che tu abbia tutto quanto sopra, vediamo un attimo questo piccolo trucco per trovare clienti potenzialmente interessati ai tuoi servizi. Per fare un esempio, poniamo il caso tu sia un venditore di servizi di telefonia o di energia e che magari fino ad oggi non sei andato oltre il tremendo porta a porta, gli inutili volantini sui portoni delle case e il telemarketing con appuntamenti strappati a persone alle quali importa poco o niente di quello che hai da offrire. Ecco, con una presenza sul web fatta come si deve e una campagna di content marketing efficace, di lead già te ne dovrebbero arrivare a iosa, ma c’è un modo intelligente e furbo per “attrarre” a te – cioè ai tuoi contenuti interessanti – i potenziali clienti che, non ci crederai mai, stanno proprio cercando te.

Ci sono tantissime persone che stanno cercando di cambiare il proprio fornitore

Attrarre persone che sono davvero interessate ai tuoi prodotti, è senz’altro un modo molto più redditizio di cercare clienti rispetto allo sbattere contro i portoni o contro numeri di telefono presi a caso. Se poi questi potenziali clienti li vai a prendere proprio nel momento del bisogno, allora hai fatto bingo! Come fare quindi a trovare lead qualificati e che stanno realmente pensando – come da esempio – a cambiare operatore telefonico o compagnia per l’energia? Bisogna andare a trovare quelli che, in questo esatto momento, sono insoddisfatti dell’attuale fornitore, così da coglierli in un momento di “pain” altissimo, quindi con le difese abbassate, pronti a mettere la firma sui tuoi contratti. Non male, eh?

Ad aiutarci in questo compito c’è la funzione di Ricerca Avanzata di Twitter che consente di cercare conversazioni su un determinato tema potendo specificare parametri interessanti come le parole chiave esatte da cercare, quelle da escludere, la lingua nella quale sono stati scritti i messaggi, gli utenti che vengono menzionati nei messaggi, la data nella quale sono stati pubblicati e addirittura (ma con una approssimazione un po’ scarsa, sconsiglio in prima battuta di utilizzare questa funzione) il luogo di provenienza della persone. Tutto questo permette di fare ricerche veramente mirate e idonee al nostro scopo.

Come esempio diciamo quindi che tu sei un venditore di Fastweb che vuole “rubare” clienti insoddisfatti a TIM; quest’ultima azienda ha un profilo social dedicato espressamente all’assistenza ai clienti di telefonia fissa, profilo con nome utente “TIM4USara”. La tua ricerca con il tool avanzato di Twitter potrebbe essere quindi la seguente: “Utenti che menzionano l’utente @TIM4USara nella data dell’ultimo mese”, come si vede nell’immagine seguente:

Ricerca avanzata Twitter

Immagine 1: Ricerca avanzata Twitter

 

 

 

 

 

 

 

Il risultato di questa ricerca sarà quindi un flusso di notizie come quello mostrato di seguito (ho ovviamente oscurato volti e nomi degli utenti ma, come puoi vedere, la ricerca mostra dati piuttosto recenti, perché l’ho effettuata proprio oggi che pubblico l’articolo, per dimostrare la validità dello strumento):

Ricerca utenti Twitter

Immagine 2: Ricerca utenti Twitter

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come vedi, è pieno di utenti che si rivolgono all’assistenza TIM in modo a volte anche “caloroso”, perché ovviamente hanno problemi, inclusi quelli che minacciano l’operatore di dare disdetta e cambiare operatore, che è proprio il tipo di utente che stai cercando! Ovviamente, se vendi Vodafone, Fastweb o altri, non esultare: facendo una ricerca simile con i profili di assistenza tecnica del tuo operatore/mandante, il risultato sarà il medesimo, tutti sono incavolati con tutti, quindi non pensare di essere un angioletto e di lavorare per il miglior fornitore di telefonia che esista sulla faccia della terra…

Trovare clienti è importante, ma è ancora più importante farsi trovare preparati al contatto

Ora ti dico subito, quello che NON devi assolutamente fare!

  1. Non contattare questi clienti tramite messaggio privato
  2. Non inserirti nella loro conversazione con l’operatore
  3. Non cercare numero di telefono o indirizzo email dell’utente per raggiungerlo con una chiamata indesiderata o con un messaggio di spam

Otterresti solamente l’effetto contrario! Quello che invece è corretto e lecito fare, è andare sul profilo Twitter di ogni utente così individuato e cliccare sul tasto “Segui”. Quando un utente di questo social network riceve una notifica relativa a un altro utente che da che quel momento “lo segue”, è piuttosto facile (la statistica parla di un 80%!) che vada a vedere chi è che lo sta seguendo, e qui succede la magia: con il tuo profilo Twitter bene impostato, una immagine di copertina chiara e che spiega chi sei e cosa fai, un Post fissato in alto con tutti i tuoi contatti e una lunga serie di tweet su argomenti interessanti, è assai probabile che l’utente da te “seguito” e che si trova in grossa difficoltà con il suo fornitore, arrivi a contattarti direttamente.

Sì, in molti ti daranno dello sciacallo e penseranno “Ma guarda un po’, questo ha sicuramente visto il mio messaggio di lamentela con XXX!”. Esatto, è proprio così e, te lo garantisco, quando poi il contatto avverrà – indipendentemente dal mezzo utilizzato – confessare questa tua strategia al potenziale cliente ti farà guadagnare parecchi punti di autorevolezza, perché il cliente stesso capirà che sei una persona che non lasciato nulla al caso, che preferisce cercare clienti in modo intelligente e moderno invece che con metodi antiquati ma, soprattutto – e questo va sottolineato benissimo! – che sai utilizzare le tecnologie e quindi sei pronto a utilizzarle con lui anche una volta che sarà diventato cliente, per assisterlo in tutta la fase del processo di acquisto, pre, durante e post vendita.

Sei pronto a trovare clienti in modo più intelligente?

Di mezzi e strategie per trovare clienti, cioè per fare lead generation, ne esistono a decine, ma che dico, a centinaia. Gli applicativi che si trovano sul web, però, non solo consentono di fare tutto in modo più veloce e con investimenti davvero risibili, a volte una manciata di euro al mese per usufruire di un determinato servizio, ma ci mettono in contatto con i potenziali clienti proprio nel modo in cui loro oggi fanno conversazione, cioè tramite i social network, i messenger, i chat bot, specialmente in mobilità. Tutto quello che devi fare, quindi, è studiare una precisa strategia di presenza sul web grazie a metodologie di content curation, per farti trovare autorevole e preparato nel momento in cui avverrà il contatto con i clienti rintracciati con metodi simili a quello indicato sopra.

Nel mio libro (ripeto, scrivimi se vuoi prenotarlo, poi ci sarà una sezione dedicata nel sito per farlo), si parlerà di tutto questo, cioè di come fare, anche se si ha scarsa o nulla dimestichezza con le tecnologie, per avviare una potente strategia di comunicazione con i clienti sul web, come trovare potenziali clienti, come portarli all’acquisto, come curarli e seguirli durante il processo di vendita e, soprattutto, come seguirli dopo, cioè nel post vendita, per far sì che possano fare acquisti successivi e, ancora meglio, essere loro a portarti nuovi clienti. Solo con una precisa strategia, con i giusti meccanismi spesso automatici, con i messaggi messi in evidenza nel posto giusto e nel modo giusto, potrai fare una lead generation vincente, continua nel tempo e estremamente redditizia, perché ogni minuto o euro speso per realizzarla, ti verrà ripagato decine e decine di volte… garantito al limone!





     

     Iscriviti!
     Vuoi questo articolo in PDF?
     Iscriviti all'Area Riservata per scaricarlo!



    Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *