Il vero segreto del successo che avevi dimenticato




Condividi questo post: 

Top Secret!Forse avrai notato come negli ultimi tempi sulla rete vi sia un proliferare di “fuffa-guru” di ogni tipo mai visto prima; dall’estetica dei selfie con bocca a “culo di gallina”, siamo passati a quella degli stivjobbese dei poveri, personaggi che sembrano usciti tutti dallo stesso film sulla storia di un relatore senza pubblico, con il suo sfondo bianco, le mani protese in avanti a volerci indicare la via, gli immancabili qualcosa-della-apple, barba hipster e titoli di annunci a pagamento ai quali ormai non si fa più caso come “le cinque verità su…”, “gli otto segreti che ho usato per…”, “i quattro passi per la…”, “come diventare ricchi in…”.

A seguire, un video di presentazione in cui si gira intorno allo stesso concetto per tantissimi minuti (a volte dall’effetto quasi comico, volevo regalarvi un link ma poi ci ho ripensato per pietà!); tutto questo per invitare l’utente a lasciare il suo indirizzo email, azione fondamentale per accedere ad altri video, tutti della stessa sorta. Non parliamo poi delle email che ormai chiunque, anche con software di marketing automation gratuiti o a basso costo è in grado di inviare. I testi sembrano usciti dalla scuola di copywriting di vannamarchiana memoria: “Claudio, vuoi mancare questa occasione?”, “Claudio, sono rimasti pochi posti!”, “Claudio, non mollare, sei arrivato a un passo dal tuo successo personale!”.

Le squeeze page dell’Internet 1.0, quelle piene di scritte cangianti o addirittura lampeggianti (ricordate?), con testi lunghi un chilometro e mezzo, pulsanti “Acquista adesso” di Paypal che più grandi non si poteva, testimonial improbabili (i “mitici” Mark e Angie, chi non li ha tra i loro clienti?), offerte da prendere al volo con tanto di countdown sulle scorte o sul tempo (vedi alla voce “principio di scarsità”), non sono del tutto scomparse, ma oggi sono un po’ più sobrie, lasciando il compito di scuotere l’utente e invitarlo all’acquisto (l’immancabile “call to action“) ai video e alle ripetute email, ma la solfa è sempre quella. Il problema viene fuori quando si arriva alla fine di questo percorso e si scopre la straordinaria offerta limitatissima nel tempo e nello spazio forever and ever, giurin giurello da domani il prezzo raddoppia/il corso viene chiuso:

“Scopri come diventare Dio, adesso!, a soli 147 euro”

Ma… XXX (sostituire “XXX” con le peggiori imprecazioni del vostro dialetto preferito), come sarebbe a dire? Hai speso soldi in advertising su facebook (remarketing incluso), in realizzazione video, in marketing automation eccetera e quello che alla fine hai da propormi, cioè il solito libro, corso, webinar o simili, me lo offri a 147 euro? Ora, premesso che come diceva qualcuno “non puoi insegnare a un bambino a andare in bicicletta con un seminario”, io mi aspetto che dopo tutto questo sforzo tu mi proponga qualcosa di davvero clamoroso, in grado realmente di cambiare la mia vita ma al giusto prezzo, anche migliaia di euro, non a costo di hard discount!, perché così mi fai sentire un imbecille. Se la guida verso il mio successo costasse soltanto 147 euro, io sarei stato davvero un cretino nel non averla trovata prima e da solo, inoltre il mio successo sarebbe alla portata di tutti e questo non mi piacerebbe affatto, oppure la verità è che quello che tu mi proponi vale davvero poco.

Come sempre accade, però, c’è una spiegazione per tutto questo. Quante volte avete visto un negozio nel quale voi non comprereste mai nulla e vi siete chiesti come faccia a restare aperto? La risposta è semplicissima; a parte “altre motivazioni” (di cui parlerò prossimamente discutendo di retail) se un negozio resta aperto è perché gli conviene, ovvero c’è chi ci compra qualcosa eccome. Ecco, il proliferare di questi fuffa-guru si basa sullo stesso principio; qualcuno che compra c’è, perché il potenziale acquirente viene pervaso da pensieri quali “se anche facesse schifo, ci avrei rimesso pochissimo”, “se fosse valido, avrei fatto un affarone”, “meglio che lo scopra io a così basso prezzo che un mio concorrente”, “conviene prenderlo ora prima che costi il doppio” e così via.

Il tuo vero problema, adesso, non è però quello di aver perso tempo seguendo il marketing funnel di un fuffa-guru, non è neanche quello di aver speso dei soldi, tanti o pochi che siano e non è un problema nemmeno ciò che eventualmente avrai acquistato, che magari conterrà comunque qualche informazione utile, perché se sei bravo poi scopri che ti hanno “appioppato” la traduzione in italiano di una cosa come questa che può comunque darti accesso a tante cose davvero formative per i tuoi affari, ma ovviamente al giusto prezzo.

Il vero dramma che ucciderà il tuo business, è che hai cercato una scorciatoia!

Le persone che cercano di svoltare nella loro vita giocando al Superenalotto, non sanno che le probabilità di vincita a questo gioco – una su 622 milioni! – sono più basse delle probabilità di prelevare denaro con una carta Bancomat trovata in terra digitando un PIN a caso (una su 90.000, per la cronaca). Il meccanismo che porta però queste persone a giocare è sempre quello; affido alla fortuna la mia speranza di una vita migliore, perché quanto spendo è irrisorio rispetto a quanto potrei guadagnare (costo attivo e costo passivo, no?). Ora, quando tu acquisti il prodotto di un fuffa-guru, sei entrato nello stesso stato mentale, quello di desiderare una scorciatoia per il tuo successo professionale e cerchi di trovarla non a colpi di spiccioli ma a colpi di 147 euro, una cifra che gli espertoni di cui sopra non hanno mica scelto a caso, te l’hanno messa lì, servita su un piatto d’argento affinché tu possa fare lo stesso identico ragionamento di chi compra un Gratta e Vinci: 2 euro stanno a un milione, come 147 euro stanno a decine di milioni di fatturato. Provaci, no?

Invece no. Il gravissimo danno che ti procurerà spendere questi soldi, è la frustrazione che proverai nello scoprire che quello che ti hanno “regalato” a costo contenuto, non ti darà il successo nel tuo futuro, a meno che non ti abbiano donato un libro dove i famosi “5 passi” riguardano delle cose che devi fare e per le quali dovrai spendere una montagna di tempo e denaro, comprendendo quindi – e finalmente – che il successo non è mai regalato, ma devi invece faticare tantissimo! Non ci sono scorciatoie, a meno che tu a tua volta non voglia trasformarti in un fuffa-guru nella speranza che altre persone, come hai fatto tu, caschino nella trappola perché, sì, a “botte” di 147 euro c’è chi ha messo su un bel gruzzoletto, ma è questo che tu chiami successo? realizzazione personale? l’abilità di “infinocchiare” persone? Venditori di infoprodotti che spiegano come diventare ricchi vendendo infoprodotti… li ricordate?

Negli aforismi che affollano il web, è nascosta una grande verità

C’è un antico adagio che viene spesso proposto sul web sotto forma di aforisma, una dichiarazione che si trova in tutte le biografie delle persone che hanno avuto più successo, dall’uomo di affari al campione sportivo, dal grande chef all’artista più affermato: “Per diventare ciò che sono diventato, mi sono circondato di persone più capaci di me“. Questa frase va presa letteralmente per ciò che dice, quindi se stai creando una impresa, devi davvero individuare quelle persone competenti nei settori in cui tu sei carente e, ovviamente, dare loro carta bianca (non c’è niente di più drammatico, di più straziante e dannoso per gli affari, di un “capo” che voglia comandare i manager!), ma ognuna di queste persone non ti costerà solo 147 euro, bensì molto di più e saranno soldi ben spesi.

Questa affermazione, però, nasconde un significato più profondo, perché deve essere letta anche come segue: “Non puoi fare tutto da solo!“. Se ti fermi per un attimo a rifletterci, è esattamente il contrario di ciò che ti dicono sia quelli dei “segreti a 147 euro”, sia quelli che partono con qualcosa di costo contenuto e poi vogliono venderti anche innumerevoli corsi di specializzazione, masterclass, approfondimenti, aggiornamenti eccetera. Per venderti tutto il possibile in ogni forma possibile (corso, DVD, webinar, libro, dispense, periodici eccetera), il concetto che queste persone vogliono instillare nella tua mente, è che tu sia in grado di fare davvero tutto da solo, puoi concretamente apprendere tutte le competenze necessarie per fare impresa da solo (con un bello schiaffo in faccia alla professionalità di persone che studiano continuamente!), tanto c’è internet o, male che vada, la loro assistenza ovviamente a pagamento. Lo dicono esclusivamente per il loro interesse, non per il tuo!, per farti scucire innumerevoli 147 euro nel corso del tempo e anche questo è un meccanismo di fare affari consolidato, perchè…

Un business vincente non è quello che ti consente di marginare sulla singola vendita, ma quello che ti permette di avere entrate ricorrenti sempre dagli stessi acquirenti

…possibilmente senza faticare troppo. Hai capito benissimo: il business vincente dei fuffa-guru è quello di farti tirar fuori 147 euro il maggior numero di volte possibili, quindi non ti stanno dando la chiave per il tuo successo, ma per il loro! Tutto questo quando i veri grandi businessman lo avevano già scritto in libri in vendita a soli 20 euro e ti era passato davanti sulla rete internet, gratis, migliaia di volte! Era il vero segreto del successo che ti eri dimenticato:

Non puoi fare tutto da solo, devi circondarti di persone più capaci di te, devi farti un mazzo così

Puoi apprendere molte più cose su come avere successo negli affari frequentando le persone giuste, che non comprando libretti o videocorsi a poco prezzo, facendo networking, uscendo dalla tua comfort zone e dalla tua cavolo di stanza d’ufficio, andando a vedere ciò che fa il mondo, respirando il profumo dei soldi stando vicino a chi i soldi li ha fatti lavorando seriamente, cercando dove sono le persone che potranno aiutarti ad avere successo, quelli che hanno studiato e continuano a studiare e che se avrai al tuo fianco come partner ti faranno crescere umanamente, professionalmente e economicamente. Tutto il resto sono, per dirla alla romanesca, “sòle”, gironi infernali succhia soldi per chi è in cerca di scorciatoie. Tu, invece, finito di leggere questo mio post, spegni il computer, esci a fare una passeggiata e pensa a come diventare un fottuto professionista che si circonda di fottuti professionisti come lui, perché l’unica vera chiave per il successo è questa, l’avevi soltanto dimenticata… garantito al limone!





     

     Iscriviti!
     Vuoi questo articolo in PDF?
     Iscriviti all'Area Riservata per scaricarlo!



    Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *